Zu Inhalten springen
)

Top-Empfehlungen von Einheimischen für Museen

History Museum
“Renowned archeological area, the city ruins and the temples that date back to the days of Magna Graecia are an iconic scenery that will bring you back to a lost time. It is a testament of thousands years of history.”
  • Von 20 Einheimischen empfohlen
Historische Stätte
“One of the only three archeological religious greek sites in the world, the park it's made of a lot of temples and other greek ruins ”
  • Von 14 Einheimischen empfohlen
Historische Stätte
“Il percorso egli scavi comincia dalla città bassa, dove troviamo gran parte di edifici risalenti all’età ellenistica e romana. La stradina d’ingresso costeggia la cinta muraria. Davanti alle mura si può osservare una necropoli risalente al I –II sec. d.C. L’ingresso agli scavi può avvenire anche attraverso Porta Marina Sud, dove possiamo osservare una torre quadrangolare. Via di Porta Rosa ha l’unico esempio di arco greco del IV secolo, un vero patrimonio dell’architettura dell’epoca.”
  • Von 10 Einheimischen empfohlen
Museum
“Il castello risale all'epoca Bizantina, poi Angioina ed Aragonese. Vista mozzafiato sul golfo di Agropoli e di Salerno, compresa la costiera Amalfitana.”
  • Von 3 Einheimischen empfohlen
Museum
“Castello Vinciprova (sec XVII), a Pioppi, ospita il museo del mare e sede della Dieta Mediterranea (UNESCO)”
  • Von 5 Einheimischen empfohlen
Museum
“the largest archaeological site, the best preserved temples, unmissable, unforgettable, only one train stop far, entrance euro 10, museum and archeological area included. 10 minutes by car, or 8 kilometers by foot or by bicycle. in the evening artistic lights.”
  • Von 4 Einheimischen empfohlen
Historische Stätte
“L’area archeologica di Velia è stata riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità. L’origine del nome di questa cittadina è ricco di poesia: Ascea deriva dal Greco a-skaidon, ovvero luogo privo di ombre e quindi ricco di luce, mentre il nome greco era Elea, famosa per la scuola filosofica di Parmenide e Zenone. Nell’area archeologica è interessante visitare l’area portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche e le Terme romane, l’Agorà, l’Acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico. Di inestimabile valore la famosa Porta Rosa, primo esempio di arco a tutto sesto in Italia, che svolgeva la duplice funzione di collegamento dei due quartieri della città, e d”
  • Von 6 Einheimischen empfohlen
Historische Stätte
“Importantissima città fondata dai Focei, sede della scuola filosofica Eleatica di Parmenide e Zenone. L'area archeologica presente delle terme molto interessanti, l'acropoli con il teatro, la torre, oltre all'importantissima testimonianza di Porta Rosa.”
  • Von 4 Einheimischen empfohlen
History Museum
“Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum è organizzato in sezioni distinte tali da raccontare la storia di Paestum a partire dall’età preistorica e protostorica, per proseguire con la Poseidonia d’epoca greca e fino a giungere alla colonia romana di Paestum. Oltre alle evidenze archeologiche provenienti dagli scavi di Paestum (nel Parco Archeologico), all’interno del museo è possibile ammirare le metope arcaiche del santuario di Hera collocato presso la foce del Sele. All'interno del Parco Archeologico è possibile ammirare i maestosi templi di Atena, Hera e Nettuno.”
  • Von 2 Einheimischen empfohlen
Museum
“La storia della Magna Graecia è presente a 20 minuti da casa nostra, Elea-Velia patria di Parmenide e Zenone, terra di Enotria (vini anche per Cicerone), patria della scuola Medica Salernitana (poi), da visitare assolutamente insieme a Paestum distante circa 40 minuti.”
  • Von 3 Einheimischen empfohlen
Museum
“One of the best preserved archaeological​ site and a UNESCO world heritage site”
  • Von 2 Einheimischen empfohlen
Museum
  • Von 1 Einheimischen empfohlen
Museum
“La storia straordinaria di questo Super poliziotto che ha combattuto la mafia in America ”
  • Von 2 Einheimischen empfohlen
Museum
“Dal 1975 è ospitato nella Torre del palazzo marchesale di Ortodonico, al piano terra, insieme a 2 frantoi usati un tempo per la molitura delle olive e successivamente per l’uva. Visibile anche la macina e tutti gli attrezzi annessi e moltissimi oggetti e utensili legati alla civiltà contadina. L’esposizione è articolata in 5 sezioni tematiche riguardanti i cicli produttivi (grano, vino, olio e lavorazione del fico), il mondo intimo-familiare, i costumi (i più pregiati appartenenti alla Confraternita del Rosario), le tradizioni, il folklore e la religiosità. Da segnalare la presenza di fotografie del XIX e XX sec, documenti notarili del XVII sec, frantoi seicenteschi in pietra e legno, presse, giare del XVII sec e la ricostruzione dello spazio lavorativo di un calzolaio. Il Museo è gestito da un’Associazione impegnata in attività d'interesse educativo e culturale, contribuendo alla conservazione della memoria storica e delle radici socio-antropologiche e culturali di Ortodonico e dell'intero Cilento. Per prenotare una visita chiamare lo 0974 964229. Distanza dalla casa 20 minuti ”
  • Von 1 Einheimischen empfohlen